venerdì 4 aprile 2008

Lezione 4- I COLORI DELLA VOCE

Dopo aver sviscerato gli argomenti basilari che da ora in poi dovranno essere considerati scontati,andiamo ad entrare in uno degli argomenti più affascinanti che ha fatto la fortuna del canto moderno…la teoria dei colori della voce .Prima di parlare di quest’ultima è opportuno chiarire cosa si intende per tipologia di emissione vocale in particolare. Oggi si riconoscono tre tipi di emissione

1)voce ingolata:La voce di gola è il modo in cui si emette il suono quando si parla. Essa è dovuta principalmente ad una emissione piuttosto ridotta del fiato durante l’espirazione.Per produrre un suono infatti è necessario che le corde vocali vibrino,ma se queste ultime sono rilassate in quanto la faringe(la gola) rimane nella sua posizione più rilassata,le corde hanno bisogno di una grande quantità di fiato per poter vibrare ed emettere suoni. Tuttavia espandendo la faringe le corde vocali cominciano ad essere maggiormente tese,fino al punto in cui basta una minima quantità di fiato affinché le corde vibrino. Il suono prodotto però risulta essere rigido e piatto,e più la frequenza del suono prodotto è alta,più tali attributi risulteranno evidenti. La voce ingolata,a lungo andare può provocare lesioni anche gravi alle corde vocali per cui un cantante raramente la utilizza.

2)voce impostata: La voce impostata è il modo corretto di produrre suono con la voce; cantando con voce impostata si producono suoni di qualità migliore, più omogenei timbricamente, si è capaci di maggiore volume sonoro ma soprattutto si è in grado di cantare per un tempo prolungato senza incorrere in danni alle corde vocali. La voce impostata consiste nel far risuonare la cavità orale accoppiandola all'oscillazione delle corde vocali, che iniziano la vibrazione con la loro adduzione per rotazione all'indietro delle cartilagini aritenoidi(una specie di piccole valvole che consentono il passaggio del fiato….un po’ come una botola dal quale esce vento).La quantità di fiato prodotta,passa così per la faringe permettendo alle corde di vibrare pur essendo rilassate.Il suono della voce impostata è potente, rotondo e pieno, duttile; mantiene queste caratteristiche in ogni condizione di emissione, acuti o bassi, piani o fortissimi.
3)falsetto: Il falsetto è un particolare modo di vibrazione delle corde vocali che permette di emettere le note più acute con meno sforzo, o in alternativa di emettere note più acute di quanto si potrebbe fare con mezzi normali: si produce per stiramento delle corde vocali che provoca una vibrazione "per giustapposizione" delle corde stesse invece che per battimento. Per quanto detto, il suono di una voce in falsetto è più acuto e meno potente della voce normale, ed è più sibilante e meno ricco di sonorità (contiene meno armonici).Esso però differentemente dalla voce ingolata,non causa danni alle corde vocali proprio perché il fiato non batte sulla corda stessa.
Fatta questa prima divagazione adesso iniziamo con il punto centrale di questa lezione. In primo luogo si definisce colore della voce semplicemente il timbro di un cantante. La scelta particolare del termine è dovuta al fatto che la voce umana possiede moltissime sfaccettature in confronto a qualunque altro strumento,e per questo è più corretto di parlare di una certa gamma di timbri per un cantante esemplificati interamente dal termine colore della voce. La parola colore proviene dal fatto puramente convenzionale di associare ad un timbro vocale una delle gradazioni del grigio,a partire dal colore più chiaro,il bianco,per arrivare al colore più scuro,il nero. La timbrica del cantante viene apprezzata nella pronuncia delle vocali dell’alfabeto. La cosa è giustificata dal fatto che in realtà quando si canta si pronunciano principalmente vocali,mentre le consonanti vengono addolcite spostando la lingua in una posizione inusuale rispetto a quella del parlato. Ciò è dovuto al fatto che,essendo la consonante il frutto di un inpuntamento della lingua su una parte della cavità orale,l’emissione del fiato in modo copioso sarebbe inevitabilmente bloccato causando un onda riflessa che potrebbe essere dannosa per le corde vocali. Quindi tale teoria moderna ed ampiamente accettata in tutto il mondo,lega essenzialmente il colore della voce con le vocali. La prima vocale dell’alfabeto è la A. Questa vocale è molto bistrattata dalla teoria del canto moderno e viene associato al colore bianco. In genere un cantante è bianco se partendo da un timbro di partenza abbastanza chiaro(richiamante cioè il suono tipico della A),è solito aprire molto la bocca e stirare la cavità orale e la faringe. Essere bianchi per un cantante che non sia in fase di pubertà è una certezza di insuccesso…la motivazione sta in primo luogo sul fatto che il cantante bianco (o aperto) tende spesso a risultare ingolato e ad emettere suoni striduli,a volte fastidiosi (soprattutto sugli acuti) ,poveri di armonici. In sostanza un cantante bianco o comunque molto chiaro risulta spesso essere inespressivo,anonimo e con tendenza a “citofonare”. Ovviamente la mente subito porta a Roberta in riferimento ad Amici. In realtà qui occorre fare una precisazione. Roberta è comunque una cantante molto chiara tuttavia in realtà ha una voce piuttosto lavorabile, nel senso che facendo uno studio apposito e molto impegnativo è in grado di poter “colorare” la sua voce. In più essendo una donna può comunque arginare il fenomeno in quanto per una donna è meno importante possedere un colore scuro rispetto ad un uomo. Invece l’insalvabile risulta essere Pasqualino. Il ragazzo infatti non ha più nulla da migliorare. Così è e così rimarrà fino alla fine dei suoi giorni. La sua vocalità è tipicamente molto chiara ed inespressiva,per giunta non lavorabile. La seconda vocale è la E associata invece ad un colore grigio chiaro. Il timbro grigio chiaro è molto comune e Giuseppe è stato l’unico cantante quest’anno che lo abbia rappresentato. In genere difficilmente si produce un cantante con tali caratteristiche. Il cantante avente una timbrica vicina a tale colore in genere accentua il suo timbro aprendo molto la bocca in larghezza e meno in lunghezza,ottenendo un suono molto rotondo che da una sensazione viva di calore mai fastidiosa,Per questo pur essendo una tipologia di cantante aperto,comunque l’espressività rimane intatta e anzi viene rafforzata in canzoni a sfondo particolarmente mieloso e/o amoroso. L’impostazione della voce tuttavia risulta in genere complessa anche se comunque si scongiura il rischio di essere ingolati .Tralasciando per il momento la vocale I passiamo alla O. a questa vocale si associa il grigio scuro. Cominciamo ad entrare nel mondo dei timbri belli e facilmente producibili. Il cantante di questo colore in genere accentua le sue capacità tenendo il palato molto morbido ,la bocca arrotondata al massimo e la lingua rivolta verso il basso. Il suono che si ottiene è profondo,intenso, molto gradevole ed espressivo e tende facilmente ad emozionare .a questi cantanti risulta in genere semplice impostare la voce e raramente sono ingolati. Due esemplari di Amici sono Cassandra e Marco. Il secondo impreziosisce questo colore che resta molto duttile ed utilizzabile in quasi tutti i tipi di canzone,con una sabbiatura di fondo che prescinde dal discorso prettamente legato al colore. La vocale U è invece associato al colore nero. è un timbro molto raro e difficilmente duttile e producibile ai giorni di oggi,che però ha fatto in modo pieno la storia della musica con artisti del mondo Soul del calibro di Ray Charles, Janis Joplin , Aretha Franklin ed altri. si accentuano le caratteristiche di questo timbro mandando in avanti le labbra formando un tronco di cono con apertura finale molto ridotta,la lingua viene appoggiata alla base dei denti ed il palato viene molto incurvato .è impossibile essere ingolati con un timbro del genere l’impostazione della voce risulta essere molto semplice per coloro che hanno tale dote.
Capitolo a parte merita la I. Essa infatti viene esclusa dalla teoria dei colori per il fatto di essere spesso molto fastidiosa alle orecchie.Essa è caratterizzata da un suono pungente e profondo allo stesso tempo. La bocca sta in posizione larga mentre l’apertura risulta essere molto stretta. In genere sono timbri molto particolari che a volte possono essere gradevoli se accoppiati al graffiato. Per questo pochi sono i cantanti che posseggono tali caratteristiche…uno di questi è Rod Stewart…mentre ad amici Antonino e Gian sono stati cantanti con questa caratteristica. per le donne invece con tali caratteristiche è quasi impossibile il successo.

22 Comments:

fio said...

Gabrix sei stato come al solito chiarissimo;posso chiederti il colore della voce di Simonetta? E anche di Marta?
GRAZIE

ubi said...

bellissima questa lezione...la + bella di tutte!!!complimenti!
ma vorrei farti una domanda...
se puoi e quando hai tempo mi potresti dire quante ottave hanno i cantanti di amici di quest'anno??
grazie mille!

fio said...

Ubi concordo è la lezione più bella

ritad318 said...

Bravo bravo Gabri, sei mitico!

Sono estasiata perchè, nonostante l'argomento sia ostico, ho capito tutto!

gabrix87 said...

Marta ha un colore chiaro...anche lei voce poco lavorabile

Simonetta è sul colore della e,è un timbro gradevolissimo ed in particolare questo perchè è una donna...in genere le donne possono permettersi un timbro molto più chiaro degli uomini

gabrix87 said...

ubi...non ho capito la tua domanda..ti riferisci all'estensione?...in tal caso non posso pronunciarmi..non ho mai fatto qualcosa con loro per cui posso solo immaginare i loro registri...ma più di quello non so

baciodiparma said...

Mi unisco ai complimenti. Scrittura liscia e comprensibilissima anche se usi termini comunque molto tecnici.

Parere personale: il colore di voce fa il 70% di un cantante

*IaIa* said...

Complimenti, è stata una lezione interessantissima!!!!!

gabrix87 said...

non è un caso che l'abbia scelta come primo argomento dopo i fondamenti...il disco di un cantante si compra per la voce che ha e non per come canta dal vivo

baciodiparma said...

Ecco appunto. Fra l'altro il concetto "compro il disco" non per come canta il cantante dal vivo mi sembra una cosa elementare.
Eppure nello show di amici, le prospettive sono completamente cambiate

Marco said...

classifica web!!! marco ultimo

Memo said...

Bellissima lezione, come molti han commentato.
Maria Luigia mi dà l'impressione di avere un colore non chiaro: quale esattamente?
Ho sentito il suo inedito e lo apprezzo molto.
ciao a tutti

baciodiparma said...

Domanda per Gabrix:

Chi ha un timbro graffiato come Marco, è vero che (a seconda di come lo usi) può far sembrare che stoni?

gabrix87 said...

Maria luigia e sulla O

cmq baciodiparma no...il sabbiato non ha nulla a che vedere con lìintonazione o il vibrato...è una cosa dovuta alla conformazione dell'apparato respiratorio hce non impedisce comunque di sostenere l'appoggio...

al limite ci può essere problema sul falsetto in quanto il gìfalsetto graffiato non ha un bell'effetto

Marco said...

gabrix mi puoi dare un parere tecnico su tony maiello di x-factor! per favore

Marco said...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
gabrix87 said...

Sto Tony ha un gran bel timbro..anche lui ha un colore medio scuro alla Alex Baroni...molto intenso....non è un mostro di tecnica ed intonazione...tuttavia ha sempre la possibilità di essere gradevole nonostante le imprecisoni...ha un estensione notevole...è un tenore con picchi molto alti...deve curare e pulire tutte le variazioni che fa non sempre nel modo corretto o piacevole.Comunque rapprenta un ottimo potenziale prodotto discografico.Un grave errore da parte di Amici

cocci 76 said...

ragazzi non ci capisco niente oggi nel forum...
i post come vengono datati?? quelli che ho appena scritto non ci sono più e poi ci sono quelli di 2 giorni fa... aiuto!!

cocci 76 said...

...

Memo said...

grazie.
infatti la voce di gigia mi toccava parecchio.anche il singolo del cd è molto bello.
Karima mi viene da pensare allora che sia o una O o una U.addirittura.
per non farti diecimila domande sul colore di questo o quell'altro, caro gabri, è possibile brevemente sapere come si riconosce?
ti ringrazio per la disponibilità

gabrix87 said...

ecco appunto...ho scritto la lezione per questo...basti vedere qual'è la sonorità del canto...prova a riprodurre a voce inpostata le vocali e vedi quale di queste assomigliano maggiormente al timbro del cantante in questione....

Cmq si Karima ha un colore medio scuro quindi di O...parliamo giù di un timbro bellissimo e molto raro....vedere donne in U è veramente raro...parliamo pèroprio di donne che hanno voci quasi simili a quelli degli uomini

Marco said...

brava gabrix hanno fatto un grande errore non prenderlo ad amici!!!

Statistiche